Toro, c'è il Genoa per Izzo e Rincon: così rispunta Fares

Toro, c'è il Genoa per Izzo e Rincon: così rispunta Fares

C’è un intreccio sulla Torino-Genova, sponda rossoblù, che a breve potrebbe portare a degli affari. Il Genoa, si sa, è in piena zona retrocessione con l’incubo della B molto vicino. Ma c’è ancora tempo per rimediare e risalire. Il pareggio contro l’Atalanta ha riportato un po’ di serenità all’interno dell’ambiente. La nuova proprietà, dopo aver affidato le sue speranze a Andrij Shevchenko il cui percorso iniziale è stato però deludente, è disponibile a rinforzare la rosa. E pare avere intenzione di chiedere tre giocatori al Toro che l’allenatore ucraino, ex asso del Milan, accoglierebbe con soddisfazione: Armando Izzo, Tomas Rincon e Simone Zaza. Un difensore, un centrocampista e una punta. Si tratta di elementi che in granata non hanno spazio e che lo stesso Juric ha chiesto ai suoi dirigenti di cedere. Giocatori in esubero che in una nuova realtà potrebbero comunque tirar fuori qualcosa di positivo. Non bisogna dimenticare che Izzo, ex genoano, sino a un paio di anni fa faceva parte della Nazionale. Anche per Rincon sarebbe un ritorno visto che il “Generale” con il Grifone ha disputato le sue stagioni più belle prima del salto alla Juve. E non trascuriamo Zaza: potrebbe tornare utile alla causa rossoblù; in granata non riesce proprio a sfondare, ma anni fa è stato un giocatore importante. Siamo soltanto ai preliminari di quella che potrebbe diventare una “triplice” trattativa. Il Toro vuole liberarsi di tre ingaggi pesanti. Ma c’è altro. Nel Genoa – guarda caso – milita un giocatore che potrebbe fare al caso di Juric. Si tratta di Mohamed Salim Fares, algerino con cittadinanza francese, esterno sinistro in prestito dalla Lazio. A Sheva non piace nonostante il giocatore nell’unica vittoria del Genoa abbia realizzato una doppietta decisiva (a Cagliari) e neppure Sarri lo considera adatto al suo gioco e dunque non ne valuta il rientro. Il Genoa ha il diritto di riscatto a 7 milioni che non intende esercitare e lo ha già comunicato al club biancoceleste. Quindi Fares può andare sul mercato e nella discussione con il Genoa il discorso si può aprire, anche se l’ultima parola spetterà alla Lazio che come detto prima è proprietaria del cartellino. E si sa quanto siano complicati i rapporti tra Cairo e Lotito – se n’è parlato pure per Lazzari – anche sa davanti agli interessi i cazzotti dialettici possono tranquillamente trasformarsi in carezze. Quella granata, comunque, non è l’unica squadra potenzialmente interessata al giocatore. C’è anche il Sassuolo. E il Torino nel frattempo s’è mosso per il brasiliano Piton del Corinthians, attendendo risposte sul caso Avelar (credito residuo di 750.000 che Vagnati sottrarrebbe all’offerta di 4 milioni) per l’esterno sinistro, alternativo al meno convincente Ortega del Velez).

Izzo in ogni caso piace sempre al Cagliari, Mazzarri stravede per lui, nel suo Toro lo considerava inamovibile. Rincon è stato avvicinato dall’Internacional Porto Alegre. Vero che in Brasile circolano pochi soldi ma è altrettanto vero che con questo trasferimento il giocatore si avvicinerebbe al suo Venezuela. L’impressione, però, è che tutti e due in questo momento preferiscano il Genoa, società che conoscono. Nei prossimi giorni sapremo se queste insistenti voci di mercato si trasformeranno in trattative vere e proprie.

Sport

Start a Conversation

Your email address will not be published. Required fields are marked *